Isiandfriends | Collari personalizzati per il tuo cane | Isi&friends a Pitti Uomo 2018
Isiandfriends è una giovane azienda artigianale nella quale la passione per i cani e per l'eleganza si trasferisce direttamente sulla qualità del prodotto. Isiandfriemds Nasce dalla passione di Emanuela Mussa per i cani e per la sua Isi, una Labrador nera. Di qui la voglia di ideare e realizzare a mano collari e guinzagli per i nostri amici animali. L'amore per il bello, la capacità di innovazione, l'attenzione al dettaglio, l'esperienza nella scelta dei materiali sono gli elementi che caratterizzano il nostro prodotto. Ogni creazione Isiandfriends è studiata e curata personalmente da me e realizzata a mano, solo ed esclusivamente da artigiani italiani e con materiali italiani. Eleganza e qualità completeranno la storia d'amore tra voi e il vostro cane, perché è di questo che si tratta.
dog collar, collari cane artigianali, collari cane personalizzati, collari cane fatti a mano, isiandfriends, pet shop, my dog, accesori cane, amare il cane, isiandfriends Torino, Emanuela Mussa, Mirtilla, Isi,
31961
post-template-default,single,single-post,postid-31961,single-format-standard,cookies-not-set,woocommerce-no-js,ajax_fade,page_not_loaded,,paspartu_enabled,columns-3,qode-theme-ver-9.1.2,wpb-js-composer js-comp-ver-4.11.2.1,vc_responsive
 

Isi&friends a Pitti Uomo 2018

09 gen Isi&friends a Pitti Uomo 2018

Pitti Uomo 2018: apre i battenti la 93esima edizione ed Isi&friends è presente con uno Stand sobrio ed elegante dedicato ai migliori amici dell’uomo.

Vi aspettiamo!

Stand 34 sezione Make Sala della Ronda Fortezza da basso

Essere eccentrici ma con stile. Ha aperto questa mattina la 93esima edizione di Pitti Uomo. La cerimonia ufficiale si è tenuta presso la nuova sede della Camera di Commercio fiorentina in Piazza Mentana. Tra gli intervenuti, oltre al presidente di Pitti Immagine e al sindaco di Firenze Dario Nardella, anche il ministro allo sviluppo economico Carlo Calenda.

Quattordici le sezioni del salone su 60.000 metri quadri della Fortezza da Basso, un percorso a 360° dentro la moda uomo che spazia dal Padiglione Centrale agli altri siti della fiera che aspettano come ad ogni edizioni più di 30.000 visitatori di cui oltre 24.300 compratori. Pitti Uomo prima tappa per i trend dell’autunno-inverno 2018-2019 per poi passare la staffetta a Milano Moda Uomo dal 12 sera e creare così una intensa e autorevole settimana della moda maschile italiana. “Prima Pitti Uomo, poi le sfilate a Milano e il lavoro negli showroom, noi italiani siamo fortissimi, nessuno ci può battere”, dice con orgoglio Brunello Cucinelli da sempre sostenitore degli eventi e del palcoscenico fiorentino.

Interessante il rientro in Fortezza di brand importanti: dopo Z Zegna ecco per questa edizione tornare con un nuovo progetto anche Corneliani e anche Fratelli Rossetti, come forti i debutti da Major Giovanni Allegri a Bruno Manetti Cashmere che mette in stand le foto di generazioni di maschi, dall’adolescenza alla vecchiaia illustre con gli scatti d’artista di Aldo Fallai e l’allestimento dell’architetto Elio Di Franco.

Molto atteso lo sbarco in Polveriera della sezione nuovissima di Athlovers, progetto speciale sulla nuova dimensione del vivere che sorpassa lo sport in se stesso e la sua attitudine, in collaborazione con Reda che mette a disposizione di un pugno di aziende intelligenti i suoi migliori tessuti di ricerca. Attesissima la sfilata che celebra i 200 anni di Brooks Brothers in Palazzo Vecchio il 10 gennaio, sotto le battaglie di Vasari: momento di festa e di orgoglio fiorentinissimo visto che il brand presieduto e amministrato da Claudio Del Vecchio ha deciso di partire da Pitti Uomo e da Firenze per ricordare al mondo la sua storia e i successi di blazer blu e camicie botton down.

Non da metto la sfilata in contemporanea e alla Leopolda di due creativi Giapponesi, l’immenso Jun Takahashi che disegna Undercover, e il più giovane e schivo amico Takahiromiyashita The Soloist: due show consecutivi, modalità mai vista, per affermare gusto e charme made in Japan, uno dei paesi più eleganti del mondo. Fra i progetti più interessanti quello di M1992 con Dorian Stefano Tarantini, di Magliano disegnato da Luca Magliano, le prove di Concept Korea e degli stilisti ospiti della Finlandia, senza dimenticare la sfilata di Tokyo Fashion Award. Al Teatro Niccolini sbarca a Firenze il brand turco Les Benjamins, alla sala dell’Orologio c’è la collezione di Karl Lagerfeld, torna a Pitti Uomo anche Paul & Shark, viva Birkenstock col lancio di Birkenstock Box nuovo concept di retail mobile, viva la manualità e l’alta artigianalità delle calzature di Fanga, come le lavorazioni del cuoio specialissime de Il Bisonteche nei giorni del salone apre un grande show room a Palazzo Corsini.